Le bellezze di Petralia Soprana nel calendario del fotografo Damiano Macaluso

Ci sono i monumenti più belli nel calendario 2018 che l’amministrazione comunale guidata da Pietro Macaluso ha realizzato per il nuovo anno

Sorgente: Le bellezze di Petralia Soprana nel calendario del fotografo Damiano Macaluso

Il film del calendario pirelli

pirelli

Queste sono le cose che mi fanno amare il mio lavoro

LA FOTOGRAFIA HA ANCORA UN VALORE? di Settimio Benedusi

http://www.benedusi.it/blog/la-fotografia-ha-ancora-un-valore/

LA FOTOGRAFIA HA ANCORA UN VALORE?

Domandona delle domandone: ma la Fotografia ha ancora un valore?

Penso che sia indiscutibile il valore obiettivo della Fotografia. E’ sicuramente la forma di comunicazione/linguaggio/arte di cui tutti usufruiscono maggiormente: in una giornata sono certamente di più le fotografie viste che i film/articoli/libri letti e guardati.

E fin qui ci siamo, giusto?

Ecco, peccato che tutta questa meravigliosa quantità (e spesso anche qualità…) di informazione nella maggior parte dei casi non venga pagata. E no! Si paga oramai tutto, anche l’acqua (che vi vendono addirittura come curativa!). Ma la Fotografia no! Per le Fotografie oramai è normale non pagare nulla. Al limite il prezzo di un’immagine si conta in MI PIACE.

Mi ha colpito qualche tempo fa un post su Instagram di un fotoamatore molto bravo (non sono ironico, quello che fa lo realizza molto bene) Marco Michieletto.

Continua a leggere sul Blog Di Settimio Benedusi

img_9506

 

 

Agricantus | artisti madoniti pro ospedale

12321218_624750817675491_5738303244852743188_n

Gli Agricantus, Pasquale Scimeca e gli artisti madoniti contro la chiusura del Punto Nascite di Petralia Sottana. 2 aprile 2016 Cine-Teatro “Grifeo” di Petralia Sottana. Vi aspettiamo!

I prezzi in fotografia. Quanto costa una fotografia.

Per VIDEO ACADAEMY, il format didattico sulla fotografia prodotto da Around Gallery (www.aroundgallery.com), Roberto Tomesani analizza i metodi di determinazione dei prezzi per il fotografo professionista.

Il fotografo professionista si trova spesso davanti al dilemma di attribuire un prezzo alla sua prestazione all’interno di un mercato regolato dalla legge della domanda e dell’offerta.
A tutti piacciono le fotografie, ma quando si tratta di dover pagare per usarle il discorso si complica. Quando vale il suo lavoro? Quali sono le variabili da tenere in considerazione nella determinazione dei prezzi? Poi, il fotografo conosce bene le spese necessarie per sostenere la sua attività?
Diventa necessario comprendere che un servizio fotografico consiste tanto nel tempo impiegato a realizzarlo, quanto nei diritti d’uso che si accompagnano alle immagini prodotte.

Roberto Tomesani (www.tomesani.com) è fondatore e coordinatore generale di TAU Visual (www.fotografi.org). Esercita diverse mansioni tecniche e legali inerenti agli studi di settore e componente del comitato per lo sviluppo e la tutela dell’offerta legale di opere digitali presso AGcom.
E’ coordinatore dei corsi di fotografia dell’Istituto Europeo di Design di Milano.

Fonte:  Around Gallery

My new web site

My new web site

Benvenuti

Il MIO LAVORO

Io sono le mie fotografie.

LA MIA STORIA

Fotografo per paura che si possa perdere il ricordo della vita, delle persone, delle cose. Per paura che si possa perdere ciò che siamo e ciò che è….

per paura che si perda il ricordo di me.

Attraverso la fotografia racconto delle storie per le quali non so trovare le parole. Per questo nasce spontaneo in me il bisogno di fermare in un’immagine ciò che osservo o ciò che penso e quell’immagine stessa diventa un racconto e non più una semplice fotografia.

L’immagine che racconto non è fatta semplicemente per essere guardata, ma, per una passeggiata degli occhi, per penetrarvi, per fondersi in essa ed esserne completamente assorbiti. Attraverso lo scatto fermo il tempo e racconto solo l’essenziale: ciò che è per me in quel momento un’emozione, tralasciando il superfluo; lascio solo quello che mi scatena una reazione emotiva, quello che mi trasmette emozione, gioia, malinconia, felicità, tristezza, disperazione, disagio. Lascio nelle mie opere le mie sensazioni…

Non so neanche se sono un fotografo, di sicuro sono un sognatore, forse un’artista….

Solo un artista… e come tale non cerco il successo. Il successo ha sempre regole e compromessi, mentre un artista segue il suo percorso. E come un artista mi nutro di emozioni, quindi vivo, soffro, perchè le emozioni per emozionare richiedono lacrime e le lacrime spesso arrivano a violentarti l’anima e le illusioni. Sono un artista, e come ogni artista forse non son io a cercarmi le storie, ma sono le storie a trovarmi e mi chiedono di essere ascoltate per poi essere raccontate. Io le seguo, come qualcuno che mi somiglia. Anche se so per certo che tra capire, ed essere capiti spesso c’è un oceano che divide. Non cerco belle fotografie ne belle immagini….. Ma emozioni.

Quindi è per questo che seguo comunque la mia strada anche se sento sotto i passi l’infinito e ogni giorno vendo di me un personaggio per non vendermi la vita, e anche se spesso mi accorgo che la favola è finita io fotografo la vita perchè in una foto so come naufragare e poi salvarmi ancora. Fotografo perchè lo amo fare e non voglio fermare adesso questo viaggio anche se non so dove mi potrà portare. Fotografo perchè quando un’emozione chiama io sento il bisogno di rispondere, e lo faccio con l’entusiasmo di un viaggiatore che ha tanto da scoprire e ad ogni scatto è come se facessi una domanda e da ciò che ho fotografato quando guardo l’immagine ho le mie risposte. E allora mi fermo ed è come ascoltare con gli occhi quello che la fotografia mi vuole raccontare.

Damiano Macaluso

I MIEI PROGETTI

Sono ossessionato dalle cose che vedo. Per questo faccio il fotografo, perchè poi ho bisogno di raccontarle. Una volta fotografate sono mie, mi appartengono, sono la mia storia.